Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

 - Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

Chavez torna in patria. E lo annuncia su Twitter.

Share

“Siamo tornati nella madrepatria venezuelana. Grazie mio Dio! Grazie amato popolo! Continueremo qui le cure”. Il Presidente del Venezuela Hugo Chavez ha annunciato stamane su Twitter di essere rientrato a Caracas dopo l’operazione subita nel dicembre scorso a Cuba. L’ultimo tweet risaliva al 1 novembre.


Dando in anteprima la notizia in 140 caratteri, il secondo leader politico al mondo più seguito su Twitter (dopo il Presidente Usa Barack Obama) conferma così la sua passione per il sito di microblogging. Definito inizialmente “uno strumento del terrore capitalistico”, Twitter è divenuto poi “un’arma che la rivoluzione deve usare”. Nel giro di poche ore il tweet è stato ritwittato oltre 10.000 volte e la notizia è finita rapidamente su tutti i siti del mondo.

Retorica antiamericana e anticapitalista, populismo e spirito rivoluzionario. Sono queste le caratteristiche dell’account che vanta quasi 4 milioni di follower. Il leader che si ispira a Castro e che una volta parlò in diretta televisiva per più di otto ore consecutive senza pause, ora comunica assiduamente a colpi di tweet. Un segno eloquente della nuova era politica digitale.