Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

 - Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

Europa racconta la diplomazia online di Alan Eyre

Share

Un interessante articolo pubblicato oggi dal quotidiano Europa analizza l’attività online di Alan Eyre, il primo portavoce in lingua farsi del Dipartimento di Stato americano. Un funzionario con il delicato compito di comunicare la politica americana direttamente ai cittadini iraniani. Usando soprattutto i social media e cercando di aggirare la censura e i filtri del granitico sistema mediatico di Teheran.

Conscio delle barriere fisiche e pratiche nei contatti con i milioni di iraniani alle prese con le limitazioni alle comunicazioni messe in atto dalla repubblica islamica, Eyre si è subito attivato sui canali virtuali più gettonati dagli iraniani. Il portavoce è assai attivo su Facebook, dove interagisce sia personalmente con migliaia di utenti, sia istituzionalmente tramite la pagina UsadarFarsi. La fama di Eyre deriva però dalla sua rubrica su YouTube, Az Alan Beporsid, “Chiedete ad Alan”. A cadenza mensile, Eyre si presenta davanti a una videocamera per rispondere, con un monologo che dura dai cinque agli otto minuti, alle domande inviate tramite Facebook e spiegare le decisioni dell’amministrazione Obama inerenti l’Iran.

Un video di Alan Eyre su YouTube:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_T0s4hz7aQk[/youtube]

La strada per Eyre è decisamente in salita. A dicembre scorso Ajmadinejad aveva fatto bloccare il sito dell’ambasciata “virtuale” degli USA in Iran e ogni tentativo da parte americana di interagire con i cittadini iraniani viene subito bollato come mera propaganda. Questo atteggiamento di forte chiusura non ha scoraggiato Eyre che, nonostante le accuse di essere una spia della CIA, continua con perseveranza la sua missione.