Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

 - Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

La First Lady del Qatar lancia la sfida a Rania di Giordania. Sui social media.

Share

Una strategia sui social media per promuovere l’immagine di Sheikha Mozah, moglie dell’Emiro del Qatar, una delle principali figure femminili che si stanno imponendo nel frastagliato panorama mediatico mediorientale. A contendersi la gara per sviluppare la comunicazione online della Fisrt Lady saranno alcune grosse agenzie di public relations che, secondo un’indiscrezione di Holmes Report, il governo ha convocato questa settimana per un briefing. Possibile valore dell’incarico: circa 500 mila euro.

L’obiettivo politico che si cela dietro questa operazione di diplomazia digitale al femminile è quello di utilizzare la figura di Sheikha Mozah come traino per una più ampia promozione dell’immagine del Qatar, Paese che vuole accreditarsi come più illuminato ed emancipato rispetto ai suoi vicini.

Sheikha Mozah

Laureata, madre orgogliosa di sette figli, Presidente della Qatar Foundation for Education, Science and Community Development, Mozah è attivamente coinvolta nella vita politica del Qatar e si è guadagnata il 79º posto nella classifica delle 100 donne più potenti al mondo stilata dalla rivista Forbes. Celebre per la sua eleganza, è stata anche protagonista di una galleria fotografica sul sito di Vogue.

Istruita, emancipata, elegante, attraente, impegnata nel sociale. Caratteristiche perfette per essere valorizzate attraverso un’efficace strategia sui social media. Come dimostra il caso di Rania di Giordania, la regina incontrastata di Twitter e Facebook. Almeno finora. La sfida online tra First Lady mediorientali promette scintille.