Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

 - Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

Il diplomatico digitale? Deve essere come un bravo cuoco

Share

“Il diplomatico è un uomo che ci pensa due volte prima di non dire nulla”. Così Edward Heath, ex-primo ministro britannico negli anni ’70, sintetizzava la (non) comunicazione delle feluche. Una battuta che oggi suona ormai obsoleta di fronte agli account su Twitter dei Ministri degli Esteri, ai video su YouTube degli ambasciatori o alle pagine Facebook delle missioni diplomatiche.

Il tema di come le nuove tecnologie stanno cambiando la figura del diplomatico e quali sfide pongono ad una delle professioni più antiche del mondo è al centro di un interessante Tedx Talk in inglese che Stefano Baldi, Direttore dell’Istituto Diplomatico della Farnesina, ha tenuto recentemente a Trento e che è ora disponibile online.

I diplomatici – sottolinea Baldi – possono essere uno dei migliori esempi del mix tra innovazione e tradizione. Devono essere versatili  e saper usare bene le nuove tecnologie per far sì che la loro attività sia incisiva. Come dei bravi cuochi, nel loro lavoro i diplomatici devono essere in grado di miscelare vari elementi, quelli tradizionali e quelli più innovativi”.