Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

 - Un blog e un libro su come i governi usano i social media per comunicare con i cittadini

I segreti della campagna digitale di Obama

Share

Laura Olin, 31 anni, consulente di comunicazione online, responsabile del social media team di Obama. È stata lei il giorno della rielezione a scegliere la foto della vittoria, che in poche ore è diventata la più condivisa nella storia del web: l’abbraccio tra il Presidente e la moglie Michelle.

Credit: Scout Tufankjian, Obama for America

In un’intervista al Daily Beast, la Olin racconta per la prima volta il dietro le quinte di quel giorno indimenticabile e soprattutto ci offre un’interessante visione da insider della campagna digitale che ha portato alla rielezione di Obama.

“Quella foto è stata scelta sul momento, ma durante la campagna i titoli di ogni email venivano accuratamente decisi sulla base di statistiche e analisi del traffico web”, si legge nell’articolo, dal quale emerge la meticolosità con la quale è stata gestita l’attività online. Compresa un’attenta suddivisione dei contenuti tra i vari profili della campagna, tutti coordinati dalla stessa squadra: “Joe Biden parlava molto di veterani o di temi cari alla classe media e ai colletti blu. Michelle Obama interveniva di più su istruzione, donne, salute e nutrizione”.

Il gran lavoro svolto sui contenuti emerge anche da un’ammissione della Olin: “i membri del team sono stati scelti non solo sulla base di un’ottima conoscenza dei social media, ma anche per la loro attenzione all’accuratezza e al controllo dei dati”.

Un ultimo passaggio degno di nota: “tutte le decisioni venivano prese da noi – sottolinea la Olin – non ricevevamo nessuna direttiva dalla Casa Bianca”. Che si traduce in: stabilire una strategia e un piano d’azione, ma poi delegare e dare autonomia alle strutture; rendere fluidi i processi di definizione dei contenuti; accettare di perdere parte del controllo sul messaggio. Tutti ottimi insegnamenti anche per la diplomazia digitale.